Ricerca

Comunicati stampa

Opinioni, azioni e resoconti

Da soli o con i nostri partner, noi non nascondiamo le nostre opinioni nemmeno nei confronti dei media. In quanto rappresentanti dei giovani medici, attiriamo l’attenzione sulle esigenze dei nostri soci e sulle nostre attività.

2022

4 maggio 2022

L’orario di lavoro deve essere ridotto!

Le violazioni della legge sul lavoro e del contratto di lavoro riguardano due giovani medici su tre e nessuno desidera lavorare ancora di più fino al totale esaurimento. Ora l’asmac presenta un pacchetto di misure per ridurre il carico di lavoro. L’obiettivo è una settimana di 42 ore più il perfezionamento professionale o l’aggiornamento continuo.

2021

1° dicembre 2021

Orario di lavoro: di meno = di più!

Buone condizioni di lavoro sono il presupposto per garantire la salute e la soddisfazione dei medici. Per questo le violazioni della legislazione vigente devono essere punite più severamente e l’orario di lavoro deve essere ridotto. A tale scopo l’asmac ha deliberato obiettivi e misure.

4 novembre 2021

Coronavirus: Proteggete voi stessi e gli altri – fatevi vaccinare! (in tedesco)

La COVID-19 continua ad essere un peso importante per la popolazione e per il sistema sanitario. Il numero di ospedalizzazioni e la percentuale di pazienti malati di COVID-19 nelle unità di terapia intensiva rimangono preoccupanti. Ecco perché le parti sociali del sistema sanitario sostengono la settimana nazionale di vaccinazione dall’8 al 14 novembre 2021.

18 agosto 2021

Vaccinazione contro la COVID-19: ora a maggior ragione!

L’asmac ha sostenuto la vaccinazione contro la COVID-19 fin dall’inizio. Considerando i numeri nuovamente in aumento vogliamo sottolineare questa posizione. Infatti, chi si fa vaccinare può evitare un decorso grave della malattia e proteggere gli altri, contribuendo così anche a sgravare il sistema sanitario.

1° luglio 2021

Perfezionamento professionale nonostante il coronavirus: l’asmac premia l’Unisanté Losanna

La pandemia ha gettato un’ombra anche sul perfezionamento professionale in campo medico. In numerose strutture sanitarie, l’offerta è stata temporaneamente sospesa completamente o in parte. Ma ci sono anche altri modi per affrontare la situazione, adattandosi al nuovo contesto, come ha fatto l’Unisanté di Losanna. Per le soluzioni adottate, al Centro Universitario di Medicina Generale e Salute Pubblica è stata assegnata la Rosa d’ospedale dell’asmac.

24 giugno 2021

Tempo parziale negli ospedali – Non si può? Certo che si può!

Di meno è di più: sempre più di giovani medici pensano così e vogliono lavorare meno. Con il progetto per la promozione del lavoro a tempo parziale, l’asmac mostra come la conciliabilità tra vita professionale e privata è possibile. L’asmac fornisce inoltre assistenza nelle questioni giuridiche e per la pianificazione dei turni, dando consigli per la gestione di gradi di occupazione ridotti e fornendo esempi di best practice. Infatti, con più lavoro part-time, ci guadagnano sia i lavoratori che i datori di lavoro.

2020

17 dicembre 2020

Situazione coronavirus negli ospedali: il Consiglio federale deve agire ORA!

Non c’è semplicemente urgenza, il tempo a disposizione è già finito. A causa dell’emergenza pandemica, sempre più ospedali svizzeri raggiungono i propri limiti o li hanno già superati. Per questo l’asmac e l’ASI-SBK chiedono al Consiglio federale di intervenire con decisione. Attendere ancora sarebbe incomprensibile e irresponsabile!

24 novembre 2020

I medici lanciano un segnale contro i cambiamenti climatici

Il corpo medico svizzero riconosce che i cambiamenti climatici rappresentano una grave minaccia per la salute. A ottenere tale risultato sono state la swisma e l’asmac, le associazioni degli studenti di medicina e dei medici assistenti e capiclinica. Ora è in fase di sviluppo insieme alla FMH una strategia comprendente proposte di misure.

17 novembre 2020

Una rosa speciale al Centro ospedaliero di Bienne

La promozione del lavoro part-time, del lavoro femminile e della conciliabilità tra professione e famiglia sono aspetti che stanno a cuore all’Associazione svizzera dei medici assistenti e capiclinica (asmac). Ma anche al Centro ospedaliero di Bienne (SZB), al quale l’asmac assegna ora la sua rosa per le prestazioni eccezionali in questi campi.

27 agosto 2020

Angelo Barrile è il nuovo presidente dell’asmac

Da «vice» a presidente: il Comitato centrale ha eletto alla guida dell’asmac Angelo Barrile, il quale succede ad Anja Zyska che, dopo quasi tre anni, si è dimessa per motivi professionali. Inoltre, l’associazione intende intensificare gli sforzi per l’applicazione della legge sul lavoro ed effettuare accertamenti preliminari in vista di un contratto collettivo di lavoro nazionale (CCL).

11 maggio 2020

Orari di lavoro negli ospedali: la miseria perdura

Verrebbe da pensare che, di fronte a violazioni della legge, la tolleranza debba cessare, ma la realtà che emerge dal nostro recente sondaggio sugli orari di lavoro è ben diversa. Quasi due terzi dei medici assistenti e capiclinica riferiscono di violazioni delle norme della legge sul lavoro. Ancora più elevato è il numero delle violazioni dell’orario di lavoro concordato contrattualmente. Sempre più persone colpite e pazienti ne subiscono le conseguenze.

7 aprile 2020

Crisi coronavirus: la Legge sul lavoro deve continuare ad essere in vigore anche negli ospedali (in tedesco)

Nei reparti ospedalieri COVID-19, le norme in materia di orario di lavoro e tempi di riposo sono sospese. Un’ampia coalizione di associazioni dei lavoratori – USS, VPOD, asmac, ASI, Travail.Suisse e Syna – chiede ora che il Consiglio federale ritorni sulla sua decisione. E formula una controproposta.

2019

16 ottobre 2019 

Un ampio fronte contro orari di lavoro più lunghi, se necessario con un referendum (in tedesco)

Settimana di 67 ore, lavoro notturno e domenicale obbligatorio… ecco a cosa va incontro chi ha la sfortuna di essere considerato «impiegato dirigente» o «specialista». A questo punta l’iniziativa parlamentare Graber. A questo si oppone l’Alleanza contro lo stress e il lavoro gratuito, se necessario anche con un referendum.

18 settembre 2019

Successo dell’opposizione contro l’allungamento dell’orario di lavoro (in tedesco)

L’opposizione della «Alleanza contro lo stress e il lavoro gratuito» contro l’erosione della legge sul lavoro produce finalmente i primi effetti: il Consiglio degli Stati rinuncia a eliminare l’obbligo di registrazione dell’orario di lavoro per ulteriori cerchie di lavoratori. In tal modo si preserva uno strumento fondamentale che protegge i lavoratori da lavoro gratuito e orari di lavoro eccessivamente lunghi.

13 giugno 2019

Maggiore focalizzazione sui pazienti: l’asmac premia il CHUV

«Medicina, non burocrazia!» è il nome dell’attuale campagna dell’Associazione svizzera dei medici assistenti e capiclinica (asmac). Anche la Clinica di Medicina Interna dell’Ospedale Universitario del Canton Vaud (CHUV) ha adottato questo motto, migliorando le condizioni di lavoro dei giovani medici. Per questo l’asmac ha conferito alla struttura la Rosa d’ospedale.

6 giugno 2019

L’asmac e la FMH chiedono parità di diritti per i medici donna (in tedesco)

«Salario, tempo, rispetto»! All’insegna di questo motto, il 14 giugno si svolgerà lo sciopero nazionale delle donne. Anche per i medici donna equiparazione e pari opportunità non si possono sempre dare per scontate. Per questo la FMH e l’asmac sostengono le richieste della giornata di protesta e chiedono la fine della discriminazione nei confronti delle donne e opportunità di carriera illimitate per i medici donna.

3 maggio 2019

La Commissione del Consiglio delli stati finalmente frena (in tedesco)

La Commissione dell’economia  del Consiglio degli Stati (CET-S) frena sulle modifiche peggiorative della tutela dei lavoratori che aveva programmato: dopo che gli ispettorati cantonali del lavoro, i medici del lavoro, le chiese, i sindacati e le organizzazioni dei lavoratori hanno manifestato la loro ferma opposizione all’introduzione del lavoro domenicale e della settimana lavorativa di 80 ore prevista in una revisione della legge sul lavoro, anche la CET-S ora sospende questo progetto e si ritira.

15 febbraio 2019

Tutela dei lavoratori: stop immediato allo smantellamento! (in tedesco)

Nonostante il bilancio negativo della procedura di consultazione, la Commissione dell’economia e dei tributi del Consiglio degli Stati (CET-S) si dimostra incorreggibile, insistendo nel proprio attacco frontale alle norme per la protezione della salute dei lavoratori. È un atteggiamento incomprensibile e irresponsabile. Sarebbe ora infatti di porre fine ai tentativi di introdurre orari di lavoro più lunghi e di ridurre gli obblighi di rilevazione dell’orario di lavoro.

2018

29 novembre 2018

La popolazione respingerà lavoro gratuito e burnout (in tedesco)

In Svizzera la tutela dei lavoratori sta per essere oggetto di un duro attacco: sono infatti previste modifiche alle regole in materia di orario di lavoro massimo e rilevazione dell’orario di lavoro che potrebbero riguardare fino a 1,4 milioni di lavoratori dipendenti. In questo modo si spalancano le porte al lavoro gratuito e ai fenomeni di burnout. Se il Parlamento approverà questo smantellamento della legge sul lavoro si rischia un referendum che troverà ampio sostegno.

28 giugno 2018

La Rosa d’ospedale va nel Giura

Le condizioni di lavoro dei medici assistenti e capiclinica all’Hôpital du Jura sono notevolmente migliorate. Con la Rosa d’ospedale, l’Associazione svizzera dei medici assistenti e capiclinica (asmac) premia questi sforzi. Tra i miglioramenti c’è anche lo sgravio da mansioni amministrative, tema della campagna dell’asmac «Medicina, non burocrazia!», nell’ambito della quale tra breve verranno presentate nuove idee.

9 maggio 2018

Gestione strategica delle autorizzazioni: il Consiglio federale prende sul serio le obiezioni dell’asmac (in tedesco)

Oggi il Consiglio federale ha approvato il messaggio sulla futura gestione delle autorizzazioni per i medici. Nel messaggio, il Consiglio federale tiene in considerazione due importanti obiezioni avanzate dall’asmac durante la procedura di consultazione: da un lato rinunciando al periodo di attesa di due anni dopo la formazione e il perfezionamento professionale e, dall’altro lato, assegnando ai cantoni il compito di verificare le domande di autorizzazione e i requisiti qualitativi. Nella bozza della procedura di consultazione era indirettamente previsto che tale compito spettasse agli assicuratori malattia.