Ricerca

Finanziamento

Il modello PEP

Pragmatico, semplice, forfettario

La Confederazione e i Cantoni intendono garantire il perfezionamento professionale medico anche con il nuovo sistema di finanziamento degli ospedali (modello DRG: gruppi diagnostici omogenei, in vigore dal 1° gennaio 2012).

A tale proposito, nell’ambito del «Dialogo sulla politica nazionale della sanità», hanno elaborato il modello PEP (sulla base del tedesco «pragmatisch, einfach, pauschal», cioè pragmatico, semplice, forfettario). Il modello è stato creato in un gruppo tematico della Piattaforma dell’UFSP «Futuro della formazione medica» al quale abbiamo partecipato. Il principio base del modello è che, in generale, a tutti gli ospedali e le cliniche che figurano nell’elenco viene imposto l’obbligo di garantire il perfezionamento professionale a un determinato numero di medici assistenti in base alle loro possibilità. Il numero esatto dei posti di perfezionamento professionale deve essere stabilito negli accordi sulle prestazioni con i Cantoni.

Il modello «PEP» prevede che i Cantoni sostengano il perfezionamento professionale con un versamento forfettario a testa e all’anno, considerando che il pagamento dei contributi dipende dal rispetto di determinati criteri qualitativi. La Conferenza svizzera delle direttrici e dei direttori cantonali della sanità (CDS) nel novembre 2014 ha approvato un accordo in tal senso. Da allora sono in corso le procedure di ratifica nei singoli cantoni. Sul proprio sito Web, la CDS informa costantemente in merito allo stato di avanzamento (in tedesco e francese).