Ricerca

Rapporto annuale 2022

L’anniversario recuperato

Il 2020 e il 2021 sono stati così fortemente caratterizzati dalla pandemia che non abbiamo potuto nemmeno celebrare il 75° anniversario dell’asmac. Nel 2022 lo abbiamo recuperato festeggiando, anziché il 75°, il 77° anniversario dell’associazione. Grazie a una fantastica festa al Bierhübeli o al tour con il bus dell’asmac, con il quale abbiamo girato tutta la Svizzera sostando davanti a molti ospedali, il divertimento non è stato certo minore.

La campagna iscrizioni è stata una componente fondamentale del 2022. L’asmac ha pubblicizzato la propria attività con manifesti nelle vicinanze degli ospedali, annunci sui social media e anche con l’iniziativa «I soci reclutano altri soci». La campagna ha avuto un grande successo, quantomeno se consideriamo il numero di nuovi iscritti, che sono aumentati a più di 1200, con un incremento di oltre il 50% rispetto al 2021.

Nel 2022 abbiamo però fatto importanti progressi anche riguardo ai nostri obiettivi. Ad esempio, abbiamo pubblicato il nuovo opuscolo sul tema della discriminazione, nel Canton Ticino è stato negoziato un nuovo contratto collettivo di lavoro e abbiamo portato a termine l’elaborazione e l’approvazione della nuova strategia asmac per il periodo 2023-2026.

Ora affrontiamo con grande slancio il nuovo anno nel quale, tra l’altro, svolgeremo un grande sondaggio tra i soci sulle condizioni di lavoro e per il perfezionamento professionale, iniziando contemporaneamente a lavorare all’attuazione della nuova strategia. Siamo lieti che anche voi siate al nostro fianco e che sempre nuovi colleghi e colleghe si uniscano a noi per portare avanti insieme le battaglie dell’asmac.
Cordialmente, vostro/a

Angelo Barrile 
Presidente   

Dr. med. Nora Bienz
Vicepresidentessa

Retrospettiva

  • Letti non disponibili

    Già dall’estate, la carenza di personale specializzato negli ospedali si fa sempre più sentire. Ci sono costantemente letti non disponibili, con evidenti conseguenze anche per i pazienti. In un comunicato stampa l’asmac chiede con urgenza misure immediate da parte dei Cantoni e degli ospedali. Molte soluzioni proposte possono essere realizzate senza costi aggiuntivi.

    Immagine: NVB Stocker/Adobe Stock
  • 46 ore in Ticino

    Viene sottoscritto un nuovo CCL  per l’Ente Ospedaliero Cantonale ticinese. Dal 1° gennaio 2025, l’orario di lavoro settimanale si riduce così dalle attuali 50 ore a 46 ore, incluse quattro ore di perfezionamento professionale strutturato. Anche a Berna c’è motivo di festeggiare: il congresso medifuture (in francese) fa registrare un nuovo record di affluenza e il Comitato centrale approva la nuova strategia dell’asmac.

    Immagine: ASDF/Adobe Stock
  • Contro prestazioni inappropriate

    L’associazione smarter medicine (in francese) si impegna contro le prestazioni eccessive e inappropriate in campo medico. L’obiettivo è che medici e pazienti possano incontrarsi «tra pari», optando insieme per il trattamento ottimale, non per quello di maggiore entità. L’asmac sostiene questi obiettivi e diventa una nuova organizzazione partner dell’associazione.

    Immagine: p.g.c.
  • Migliorare la custodia esterna

    La custodia parascolastica e complementare alla famiglia dei bambini è una tematica fondamentale anche per molti soci asmac ed è spesso un presupposto essenziale per la conciliabilità tra professione e vita privata. La Svizzera deve recuperare terreno in questo campo e la Confederazione vuole porre rimedio a questa situazione. L’asmac accoglie favorevolmente tali sforzi e ha preso posizione in tal senso riguardo al progetto di legge.

    Immagine: Oksana Kuzmina/Adobe Stock
  • L’asmac festeggia il suo anniversario

    Numerosi soci e ospiti invitati festeggiano insieme i 77 anni dell’asmac al Bierhübeli di Berna. Momenti clou della serata sono, oltre allo show di Massimo Rocchi, i molti incontri con volti noti e nuovi, tutti in qualche modo legati all’asmac. Immagini e video della festa sono disponibili sul sito Web.

    Immagine: asmac
  • Opuscolo contro le discriminazioni

    Esistono forme di discriminazione di molti tipi e ovunque. Nel nostro nuovo opuscolo sensibilizziamo sull’argomento in ambito ospedaliero, indicando soluzioni che comprendono gli obblighi del datore di lavoro, ma anche consigli e sostegno per le persone coinvolte. L’asmac fornisce supporto anche nel campo della pianificazione dei turni. L’Ospedale cantonale di Lucerna ha raccomandato questo servizio e riceve come riconoscimento la Rosa d’ospedale.

    Immagine: asmac
  • Grande apprezzamento per il bus dell’asmac

    La nostra tournée in Svizzera con il bus dell’asmac termina rivelandosi un successo. Abbiamo visitato ben dieci ospedali di tutta la Svizzera insieme alla sezione locale, attirando ogni volta molti giovani medici. Il bus dell’asmac fa parte delle iniziative per l’anniversario. Dopo l’annullamento delle attività per il 75° anniversario nel 2020 a causa della pandemia, festeggiamo finalmente i 77 anni dell’asmac.

    Immagine: asmac
  • Segnalazione degli abusi

    Il nostro servizio di segnalazione va online. Il servizio consente di segnalare gli abusi concernenti la situazione lavorativa e il perfezionamento professionale negli ospedali. Le segnalazioni possono essere effettuate anche da non-soci. L’inizio è buono: già nel primo mese riceviamo quasi trenta segnalazioni. Le comunicazioni ci aiutano a raggiungere i nostri obiettivi comuni: l’attuazione della Legge sul lavoro e il perfezionamento professionale in campo medico.

    Immagine: asmac
  • Nuovo CCL a Lucerna

    A Lucerna, le parti sociali sottoscrivono il nuovo contratto collettivo di lavoro (CCL) per l’Ospedale cantonale di Lucerna (LUKS) e Luzerner Psychiatrie (lups). Il contratto ha validità dal 1° luglio 2022 e comprende anche trattative salariali su base annuale. Nel frattempo, Patrizia Kündig decide di lasciare la carica di vicepresidentessa dell’asmac a decorrere da fine maggio. Resta però nel Comitato direttivo e mantiene il ruolo di responsabile del campo di attività Perfezionamento professionale.

    Immagine: p.g.c.
  • No alle molestie sessuali

    Due inchieste giornalistiche accendono i riflettori sulla tematica sconvolgente delle molestie sessuali nel settore sanitario. Noi spieghiamo chiaramente ciò che è necessario fare contro questi comportamenti insopportabili e inaccettabili. Esprimiamo nuovamente anche la nostra posizione riguardo ai metodi da adottare per il calcolo dei numeri massimi per i fornitori di prestazioni in ambito ambulatoriale.

    Immagine: thodonal/Adobe Stock
  • Aumentare la notorietà

    Gli ottimi motivi per aderire alla nostra associazione non mancano di certo. Manca invece, a volte, un’adeguata conoscenza delle nostre posizioni e di cosa offriamo. Per cambiare questa situazione, avviamo una campagna iscrizioni su vasta scala. Attraverso vari motivi che utilizziamo sui social media, tramite manifesti e volantini, sul sito Web e nel giornale, presentiamo le nostre tematiche e le relative soluzioni.

    Immagine: asmac
  • I numeri massimi fanno discutere

    Dall’inizio dell’anno i Cantoni sono responsabili delle autorizzazioni a tutti i fornitori di prestazioni del settore ambulatoriale. Non è stato però ancora chiarito in che modo debbano essere calcolati i tassi di approvvigionamento e i numeri massimi per i singoli settori specialistici. Noi esprimiamo la nostra opinione sul metodo di calcolo previsto e chiediamo miglioramenti, in particolare per il settore ambulatoriale ospedaliero.

    Immagine: Pressmaster/Adobe Stock

Cifre e fatti

Quasi ci siamo!

I fatti e le cifre per l’anno 2022 seguiranno dopo la riunione del Consiglio di amministrazione del 29 aprile 2023.